Prima di pubblicare un libro devi sapere che

1
Cosa vi sentite di dire a una persona che sta per pubblicare il suo primo libro, ma con qualche insicurezza e con pochi quattrini da investire (dal momento che si tratta di un self, ma cosa avete da dire anche nel caso non fosse un self...); pochi quattrini da investire per il servizio di correzione bozze ad esempio... se uno volesse fare tutto da solo, tipo dite che "non farà molta strada"? A parte qualche consiglio da amici e conoscenti per correggere le bozze, ma che non sono dei professionisti, ma comunque docenti di lettere in taluni casi :D    
E se in pochi hanno letto il suo libro prima di pubblicarlo... cioè ha avuto pochi feedback da ciò che ha scritto prima di far leggere il proprio libro a chiunque... insomma, quindi, cosa vi sentite di dire prima che costui pubblichi qualcosa di cui si potrebbe pentire? :D :hm:         


Certo che Ilary Blasi per parlare del suo matrimonio (immagino parli di quello nel suo libro, ma non so perché non mi interessa seguirla e perciò... :D ) del quale matrimonio... non so a voi, ma a me non me ne fotte proprio un ca**o :D :D avrà trovato subito pronta la casa editrice, la Mondadori, sotto casa sua a farle gratuitamente il servizio di correzione bozze ecc. :D Per citarne un altro, anche riguardo al libro di Vannacci... sono d'accordo che questo mondo sia un po' "strambo"/strano... ma ho sentito dire da qualcuno che il libro è un po' sgrammaticato... ma non so se la persona che ha detto questo l'abbia letto o meno :D :asd: vabbè; comunque tutto questo per dire che a me pare che scrivere libri stia diventando più una moda anziché scrivere se si ha qualcosa da dire insomma. Di gossip (la Blasi intendo) credo sia proprio inutile discuterne o quanto meno farci addirittura un libro.
https://postimg.cc/K1wsLFjZ
Immagine
Immagine

BENDING!! Sul Mi Cantino tirato a palla sul 24° tasto.

"Quando sogno io non ho più corpo, volto né pensiero; quando sogno volo via leggero sopra a tutti voi e torno uomo."
Enrico Ruggeri, Diverso dagli altri

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

2
Gli consiglierei di inviare a piccole case editrici, anche solo digitali (rigorosamente free) . Se non ha risultati neanche con quelle, deve lavorare ancora sul testo o sulla capacità di scrittura: per esempio provando a scrivere racconti e proponendoli su forum come questo (o altri analoghi).

Davvero, le piccole case editrici free non sono inarrivabili.

Superate le incertezze, potrà in futuro buttarsi anche sul self. 

Opinioni personali, è chiaro. 

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

3
L'unica cosa che conta veramente è l'onestà dello scrittore, perfino su correzione bozze ed editing si può sorvolare se il testo è leggibile e la trama godibile e attrattiva. Per onestà intendo la capacità di autocritica sul proprio testo, insomma per dirla breve cerchiamo di essere seri e quanto più professionali possibile quando trattiamo il nostro romanzo senza considerarlo un "capolavoro" a prescindere. Già così credo che metà degli scrittori sarebbe tagliata fuori da una seria disamina da parte delle CE.
Poi, come in ogni cosa, ci vuole anche un certo fattore C...

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

4
Daniel P. ha scritto: che non sono dei professionisti, ma comunque docenti di lettere in taluni casi
Essere docenti di lettere non comporta automaticamente essere dei buoni editor. Anzi, non c'entra proprio nulla.
Ti consiglierei poi di limitare l'uso di emoticon perché danno proprio sui nervi a chi legge...

Ciò detto ti rimando a quanto scritto dal signor Sineddoche.
Io posso aggiungere che Scrittori si nasce (il talento, purtroppo, non si può comprare); per il resto occorre tanto esercizio, la scrittura è un'arte che va costantemente raffinata. Qualche manuale di scrittura e tecniche narrative può aiutare.

Ah, sì, quello di Vannacci si chiama "caso editoriale" ovvero un testo che per vari motivi (e non necessariamente meritevoli) fa parlare di sé ergo esplodere le vendite. Oscar Wilde docet.

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

5
MadTeacher ha scritto:
Essere docenti di lettere non comporta automaticamente essere dei buoni editor. Anzi, non c'entra proprio nulla.
Docenti di lettere...  Un carissimo amico, è  (era, purtroppo...) un docente di lettere, e un entusiasta lettore dei mie libercoli. Ebbene, nonostante la sua arte, non aveva alcuna preparazione in materia di scrittura di romanzi, e neppure la più pallida idea delle norme (ma perché le chiamo così?) alle quali saremmo costretti per trovare un editore. Un buon editore, poffarbacco! E per dirindindina!  E che il nostro @Cheguevara ci perdoni.
Una decente padronanza di grammatica e sintassi è indispensabile, ma non basta. 

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

7
Fraudolente ha scritto: Una decente padronanza di grammatica e sintassi è indispensabile, ma non basta. 
Certo, trattasi di conditio sine qua non, che però è necessaria, ma non sufficiente. Purtroppo è pieno di aspiranti autori sgrammaticati, che pensano che per fare lo scrittore siano sufficienti idee e fantasia, ma anche di "professori", padroni di grammatica, sintassi e consecutio temporum, in grado di scrivere solo opere pallosissime.

P.S.: Se nei miei interventi ho dato l'impressione di voler fare il castigamatti, mi cospargo il capo di cenere, perché non era nelle mie intenzioni: mi reputo una persona normale con alle spalle una vita lunga e diversificata nelle esperienze, e nient'altro, se non la voglia di combattere le porcate, quando le incontro direttamente o le vedo in giro. Finché testa e fisico me lo consentono.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

10
Allora, io vorrei ricevere qualche vostro consiglio mettendo le cifre in chiaro diciamo :D    

ho dovuto spendere quasi 200 euro per i vari font che ho utilizzato nel mio libro (ci sono circa cinque font...s :D /"caratteri" per dirlo in italiano, no? Perché l'italiano è una bella lingua :lol: :D )
comunque me l'hanno anche consigliato di prendere la licenza per utilizzare questi fonts... e immagino che chi pubblica con una casa editrice non ha problemi di fonts vari... :hm: beato lui o lei.        
poi più o meno 50 euro per farmi creare il libro da Youcanprint, compresa la relativa copia di prova prima di pubblicarlo;
ma ora arriva il bello :D :
premesso che sono abbastanza sicuro che non ci sia alcun refuso, i miei dubbi sono soltanto su alcuni tempi verbali (sono abbastanza sicuro anche sulla punteggiatura), che però sono proprio delle sottigliezze; cioè non è che ho fatto dei palesi errori, del tipo "ieri mangerò una mela che non abbia digerito" :lol: [mi è venuto questo esempio qua :D ] nel senso che se non sei proprio un esperto, sono anche errori che le "persone comuni" :D non notano; ammesso che ci siano questi errori.
Il punto è che la mia indecisione è su una ulteriore spesa, che sarebbe pari a ben 229 euro per richiedere a Youcanprint il servizio di correzione bozze (tra cui l'eliminazione dei refusi, che come ho già detto, credo proprio che non ce ne siano). Certo, se io fossi sicuro già in partenza di vendere tantissime copie... può essere pure un investimento che ne vale la pena; ma! È vero che con il self-publishing, su ogni copia, è più alta la percentuale di guadagno rispetto alla pubblicazione con una casa editrice... ma a dire la verità io non ho tutti quei quattrini da spendere per tale investimento; quelli che ho speso per i font...s li ho spesi più che altro per tutelarmi.

È da 3-4 anni che ci sto lavorando su sto libro; tante di quelle modifiche/correzioni e tante di quelle volte l'ho riletto, che secondo me nemmeno ve lo immaginate :(         

Grazie per le eventuali risposte ed eventuali consigli <3 


Forse ho sbagliato anche in questo messaggio qualche tempo verbale... :hm: scusate, ho fatto del mio meglio :D :hm:         
anzi, se me li segnalerete (giusto quelli che ho sbagliato in questo post :D ) la prossima volta potrei fare ancora e ancora meglio :asd: :P      
https://postimg.cc/K1wsLFjZ
Immagine
Immagine

BENDING!! Sul Mi Cantino tirato a palla sul 24° tasto.

"Quando sogno io non ho più corpo, volto né pensiero; quando sogno volo via leggero sopra a tutti voi e torno uomo."
Enrico Ruggeri, Diverso dagli altri

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

11
@Daniel P. Credo che le spese che hai incontrato e quelle che eventualmente incontrerai per completare il self publishing rappresentino il minimo sindacale, visto che non comprendono l'editing. In alternativa, due vie: o procedere a un costoso editing, o buttare a mare il self e cercare una CE, piccola o micro, disposta a pubblicarti sostenendo tutti i costi relativi. Checché se ne dica, ne esistono, anche se quelle serie, in questa categoria, non abbondano. O_-
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
Dea
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

12
Cheguevara ha scritto: @Daniel P. Credo che le spese che hai incontrato e quelle che eventualmente incontrerai per completare il self publishing rappresentino il minimo sindacale, visto che non comprendono l'editing. In alternativa, due vie: o procedere a un costoso editing, o buttare a mare il self e cercare una CE, piccola o micro, disposta a pubblicarti sostenendo tutti i costi relativi. Checché se ne dica, ne esistono, anche se quelle serie, in questa categoria, non abbondano. O_-
Grazie Cheguevara. Il fatto non è che voglio per forza una casa editrice; è che affrontare quella spesa per correggere la mia bozza e poi non trovare nessun errore... cioè spenderli per niente... mi rompe un po'; perché per il resto, del mio testo, penso di non voler cambiare nulla.

Vorrei chiedervi anche: "deposito legale dell'opera" cosa significa, a cosa serve? Grazie.
https://postimg.cc/K1wsLFjZ
Immagine
Immagine

BENDING!! Sul Mi Cantino tirato a palla sul 24° tasto.

"Quando sogno io non ho più corpo, volto né pensiero; quando sogno volo via leggero sopra a tutti voi e torno uomo."
Enrico Ruggeri, Diverso dagli altri

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

13
Daniel P. ha scritto: perché per il resto, del mio testo, penso di non voler cambiare nulla
se lo facessi leggere a un buon editor vedresti poi quanti difetti ti trova :asd:
Daniel P. ha scritto: "deposito legale dell'opera" cosa significa, a cosa serve? Grazie.
Penso si tratti della copia da depositare presso la Biblioteca nazionale di Firenze, comunque di ciò se ne occupa sempre l'editore (o la piattaforma self).

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

14
MadTeacher ha scritto:
se lo facessi leggere a un buon editor vedresti poi quanti difetti ti trova :asd:

Penso si tratti della copia da depositare presso la Biblioteca nazionale di Firenze, comunque di ciò se ne occupa sempre l'editore (o la piattaforma self).
Vabbè, non ho detto che sia perfetto :D ci sono/ci saranno sicuramente dei difetti; non voglio cambiare niente nella forma... come dire; vorrei solo che sia corretto grammaticalmente almeno... :D o per spendere più di 200 euro per due frasi contate... insomma.

A Firenze, non a Roma? Se non ricordo male, da Youcanprint mi avevano detto che l'avrebbero depositato presso al biblioteca di Roma (non so quale, se quella nazionale o... boh) e un'altra copia presso una biblioteca a mia scelta, cioè nel mio Comune di residenza se non erro.
Ma il "deposito legale dell'opera" sul sito di Youcanprint risulta come opzione...
https://postimg.cc/K1wsLFjZ
Immagine
Immagine

BENDING!! Sul Mi Cantino tirato a palla sul 24° tasto.

"Quando sogno io non ho più corpo, volto né pensiero; quando sogno volo via leggero sopra a tutti voi e torno uomo."
Enrico Ruggeri, Diverso dagli altri

Re: Prima di pubblicare un libro devi sapere che

15
Mi dà rabbia però, il fatto che basta scrivere "gli omosessuali non sono persone normali" per avere tutto questo successo, a quanto pare ...ma davvero fate? Viviamo in un Paese del genere?? Scusate, ma allora io con il mio dovrei diventare milionario!
E io che lo rileggo mille e mille volte il mio libro, riguardando mille volte ogni virgola, ogni punto... spendendoci per la mia... opera, ore e ore... anni! E anche sofferenza. Poi arriva questo signore che a quanto pare, anzi, sentendo alla televisione proprio alcune righe del suo libro... arriva con le sue ca**ate, "da bar" come le ha definite Caprarica, che ho sentito stasera per caso alla televisione anche lui... e "tutti gli italiani" si fiondano nelle librerie per leggere le cazzate di Vannacci. "Bene"! "Andiamo proprio bene" direi! :( bah.
E io ancora non l'ho pubblicato il mio :hm:        

Ovviamente il libro di Vannacci non è fatto solo di quella singola frase :D ma se quello è il tenore del libro...
https://postimg.cc/K1wsLFjZ
Immagine
Immagine

BENDING!! Sul Mi Cantino tirato a palla sul 24° tasto.

"Quando sogno io non ho più corpo, volto né pensiero; quando sogno volo via leggero sopra a tutti voi e torno uomo."
Enrico Ruggeri, Diverso dagli altri
Rispondi

Torna a “Parliamo di scrittura”