Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

126
Mattia

ascolto sconvolto quello che blatera Edmund, e perfino io sto cominciando a non credere più che le sue reazioni siano generate da una semplice follia dilagante. Mi appresto a soccorrere anch'io Eleanor, cercando magari di ricompattare alla meno peggio il gruppo degli ospiti, in modo da poter ragionare tutti assieme su cosa sta succedendo e come procedere
Nel mentre, provo a capire se io abbia mai sentito la parola "thyggo" o simili

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

127
Eleanor

Ahia, che botta. Non ho fatto in tempo a rendermi conto di nulla, è accaduto tutto così in fretta. Meno male che ho la testa dura. Cerco di tirarmi su e faccio un sorriso per mostrare che non mi è successo niente di grave. Spero di non avere fatto una figuraccia in mezzo a queste persone sconosciute. Poi indico a chi mi è vicino la botola e i gradini.

<<C'è qualcosa di luminoso là sotto, in fondo alla scala. Da qui però non si capisce altro.>>
Tanto la notte capirà: http://www.argentovivoedizioni.it/scheda.aspx?k=capira
"Anna, non fare come quelle band che mi parlano del loro secondo disco quando devono ancora pubblicare il primo!" (cit.)

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

130
Lula

Mentre osservavo, attonita, il buco nero nella mia cucina, un qualcosa di violento e spaventoso (un vento maligno? l'alito di una bestia enorme e invisibile? qui, ormai, tutto è possibile) ha fatto stramazzare a terra la povera Eleanor. Potrebbe essere morta! 
Mentre mi affretto verso di lei, fortunatamente alza il capo e sorride. Dio sia lodato. 
Eleanor, ancora provata dal colpo, accenna a una luce proveniente dal buco, e in effetti ha ragione: nella botola lampeggia qualcosa.
https://www.amazon.it/rosa-spinoZa-gust ... B09HP1S45C

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

132
A un tratto la cucina piomba nel buio e Lula può percepire un respiro ansante alle sue spalle e un fruscio, poi torna la luce. 

Nella cucina sembra non esserci nessuno. Amilcare invita gli altri a scendere nella botola e, se qualcuno seguisse il suo consiglio, fin dai primi gradini noterebbe sulla parete destra di quella che sembra a tutti gli effetti una camera segreta sotterranea, una lavagna luminosa con disegnate tre costellazioni. 

Intanto Mattia ricorda dai suoi studi che Thyggo è un leggendario e lontanissimo pianeta astronomico, popolato, si narra, da strane ed enormi creature infernali.

Grant rimasto più indietro rispetto al gruppo che si sta spostando in cucina per soccorrere Eleanor, nota una porticina di legno nell'anticamera che precede lo studio di Gabriel,  con dei segni di artigliate. 

Eleanor, infine, ripresasi dalla caduta e dallo spavento è incolume.

@Poldo  @Bardo96  @pale star  @Ippolita  @M.T. 

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

133
Fortunatamente, Eleanor sta bene, non ci sono state conseguenze alla sua caduta. Tuttavia, rimane il fatto che quanto accadutole non è qualcosa di naturale. Adesso però c'è da scoprire quello che si nasconde oltre la botola.
Faccio per dirigermi verso di essa quando mi accorgo di una piccola porta nell'anticamera dello studio di Gabriel.
Mi volto verso Lula e le rivolgo la parola. <<I cani entrano mai in casa?>> chiedo indicando i segni di unghie sul legno della porta cercando di non usare un tono allarmistico.
Esistono molti mondi: reali, immaginari. Non importa la loro natura: da ognuno di essi si può apprendere qualcosa.
https://www.lestradedeimondi.com/

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

134
Mattia 
Inizio a prender nota della costellazioni segnare sulla parete, per poi tornare rapido di sopra e cercare qualcuno con cui fare il punto della situazione 
Continuare a muoversi a casaccio potrebbe essere un pericolo, qua sembra esserci un marasma di creature demoniache, spiriti, spettri, e di sicuro almeno un paio di persone in carne e ossa con intenzioni tutt’altro che amichevoli 
Rispondi

Torna a “Giochi di ruolo”