Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

101
Se non fosse per il terrore che ho visto sul volto del giardiniere, il risultato di quanto pronunciato dal poveretto sembrerebbe la scritta di qualche adolescente che chatta in rete su film horror. Invece questa è la realtà e ormai tutte le persone in questa stanza ci sono dentro fino al collo: in un modo o nell'altro dobbiamo risolvere questo mistero e far chiarezza su cosa ha portato a fare una simile fine a La Fontaine.
Chiudo il taccuino e osservo Napoleon che viene afferrato da una delle persone giunta alla villa assieme a me, stando a vedere come si evolve la situazione.
Esistono molti mondi: reali, immaginari. Non importa la loro natura: da ognuno di essi si può apprendere qualcosa.
https://www.lestradedeimondi.com/

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

103
Eleanor.

Chiedo a Lula se è normale che ci sia un filo che collega la serratura al cassetto. 
Poi esamino la stanza e cerco di capire la natura delle impronte (se umane o animali) e di ricostruire il percorso delle impronte all'interno della stanza (cioè, per esempio, per capire se l'essere in questione è arrivato lì per caso e poi è uscito subito, se sembrava che stesse cercando qualcosa, e così via). 
Immagino che dovò fare un tiro su qualche caratteristica per questo. 
Tanto la notte capirà: http://www.argentovivoedizioni.it/scheda.aspx?k=capira
"Anna, non fare come quelle band che mi parlano del loro secondo disco quando devono ancora pubblicare il primo!" (cit.)

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

106
Lula

Eleanor mi sta chiedendo qualcosa, ma quasi non sento le sue parole, tanta è l'angoscia che mi sale al petto nel vedere la cucina ridotta in questo stato. Non c'è nulla che sia al suo posto, e il pavimento è pieno di fango... so che non è il momento per pensare a questo, ma Dio solo sa quanto tempo impiegherò per fare ordine e pulire. 
Tutto sembra andare a rotoli, e io mi sento persa. 
https://www.amazon.it/rosa-spinoZa-gust ... B09HP1S45C

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

109
cuissineHugo ha scritto: @pale star  che hai deciso alla fine? tiro su Individuare o ti fai appoggiare da qualcun altro per tentare altri tiri?
Ah cavolo, avevo fatto il tiro su individuare e mi era uscito tipo 71 o 77. Ma dov'è finito il post? 
Tanto la notte capirà: http://www.argentovivoedizioni.it/scheda.aspx?k=capira
"Anna, non fare come quelle band che mi parlano del loro secondo disco quando devono ancora pubblicare il primo!" (cit.)

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

111
Eleanor e Lula sentono un latrato gutturale proveniente dal piano superiore che collega la cucina agli appartamenti privati di Gabriel, Sarah e Napoleon poi di nuovo un assordante silenzio.
Gli altri si consultano tra loro guardando gli indizi che hanno reciprocamente trovato e possono decidere o meno se raggiungere le altre due.
Napoleon, messo alle strette da Amilcare, ammette che il suo vero nome è Edmund White e che su ordine dello zio Gabriel ha effettuato delle ricerche negli ultimi mesi in biblioteca portandondogli alcuni libri tra cui uno di un valore inestimabile che egli conservava in un posto segreto di cui lui non è a conoscenza; poi sentendo il latrato cerca di divincolarsi e fuggire, gridando che non vuole più restare un minuto di più in quella villa infestata.

@Ippolita  @Poldo  @Bardo96  @M.T.  @pale star 

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

113
Stanno succedendo troppe cose tutte in una volta e sarebbero tutte da controllare: gli indizi che stiamo raccogliendo, l'ombra che ho visto dietro il capanno del giardino e ora anche latrati all'interno della villa.
Mi rivolgo alla domestica. <<Sarebbe il caso di andare a chiudere la porta e sbarrare le finestre del pianterreno: è meglio che nessuno esca da qui. E soprattutto che nessuno entri.>>
Esistono molti mondi: reali, immaginari. Non importa la loro natura: da ognuno di essi si può apprendere qualcosa.
https://www.lestradedeimondi.com/

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

114
Eleanor.

Avverto che potrebbe esserci un qualcosa di pericoloso in arrivo imminente, quindi cerco in cucina qualcosa con cui potermi potenzialmente difendere e che posso impugnare con una mano (dato che Eleanor non ha molta esperienza del mondo, potrebbe finire con l'impugnare un mattarello, o uno scopettone, per intenderci).
@cuissineHugo se nella cucina ci sono porte che danno sull'esterno o porte-finestre, mi metto di fronte in modo da sbarrarla per evitare che qualcuno entri o esca. 
Tanto la notte capirà: http://www.argentovivoedizioni.it/scheda.aspx?k=capira
"Anna, non fare come quelle band che mi parlano del loro secondo disco quando devono ancora pubblicare il primo!" (cit.)

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

115
Insieme a Mattia cerco di mettere alle strette Edmund (Napoleon).
<< Ci sono ancora molte cose che il signore qui presente ci deve raccontare. Cosa vuol dire "questa villa infestata?" Infestata da cosa? E poi non penso che tutti noi ci siamo ritrovati qui per caso. Magari questo signore potrebbe spiegarci cosa sta succedendo.>>
Mi guardo intorno cercando Lula. In fondo anche lei, lavorando da tempo in quella casa, potrebbe sapere qualcosa di più.

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

116
Lula

Vedo Eleanor che si guarda intorno come se cercasse qualcosa. Mi avvicino a lei e le apro il cassetto dei coltelli. Il grido straziante che proveniva da sopra ci ha lasciato senza fiato: dobbiamo essere pronte a tutto. 
Il giovane alto, fermo sulla soglia della cucina, mi dice qualcosa a proposito di chiudere tutto affinché nessuno esca o entri. Temo, però, che qualcuno, o "qualcosa", sia già entrato.
https://www.amazon.it/rosa-spinoZa-gust ... B09HP1S45C

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

117
Nel momento in cui Lula apre il cassetto dei coltelli, sia lei che Eleanor, odono un cigolio sinistro; subito dopo una botola si apre nel pianterreno a pochi metri da entrambe. I latrati cessano. Intanto Grant intima di sbarrare porte e finestre ed Eleanor, dopo aver impugnato uno scopettone, si para innanzi alla portafinestra che affaccia sul giardino dove fuori c'è il capanno degli attrezzi.

Nel frattempo, Edmund (Napoleon), messo alle strette da Amilcare e Mattia, rivela che il libro è di astronomia e parla di un leggendario e remoto pianeta di nome Thyggo. Ancora incalzato da Amilcare confessa anche, prima di svenire, che nessuno infesta in realtà la villa e che quello che vede è frutto di allucinazioni dovute ad assunzione di particolari polveri.

Cadendo riverso sul pavimento, dalla sua tasca fuoriesce una bustina contenente quella che sembra essere polvere azzurrina tale e quale a quella che era nelle fiamme del camino.

@Poldo  @Ippolita  @Bardo96  @M.T.  @pale star 

Re: [1]Campagna - Il mistero di La Fontaine

118
Sento le parole di Edmund prima che svenga e subito qualcosa non mi torna. << Quello che sta dicendo quest'uomo non è corretto: noi non siamo sotto l'effetto delle polveri di cui parla, eppure abbiamo scorto delle cose che non tornano. Non è stata un'allucinazione aver visto qualcosa dietro il capanno degli attrezzi. Qui si sta cercando di nascondere la realtà: bisogna capire chi sta mentendo e qual è la verità che si annidia in questo posto.>>
Esistono molti mondi: reali, immaginari. Non importa la loro natura: da ognuno di essi si può apprendere qualcosa.
https://www.lestradedeimondi.com/
Rispondi

Torna a “Giochi di ruolo”