Re: [Agenzia] Grafèin

26
Cheguevara ha scritto: @Fabioloneilboia Non ho, né avevo, dubbi sulla serietà di quest'agenzia. Resto contrario al sistema propugnato, che si fonda sulle capacità di vendita dell'autore, e ritengo strano che un thriller, che fa parte di un genere che oggi va per la maggiore, venga rifiutato, ancorché ben scritto. Qualcosa non quadra, non so perché.
Credo, da quanto riportato qui e prima su WD, che l’agenzia collabori solo con alcune case editrici. Sul perché queste non pubblichino thriller non mi pronuncio, è vero che è uno dei generi più venduti, ma potrebbe anche essere un’impresa ardua per alcune realtà combattere con le big in determinati generi. In ogni caso sono solo supposizioni.
Sul perché rivolgersi ad un’agenzia per arrivare ai piccoli editori è una domanda lecita. Personalmente sto cercando un agente che possa rappresentarmi, nel senso più generale del termine. Poi, credo, che molti non abbiano un testo già pronto e che quindi cerchino una mano per raggiungere la pubblicazione, invece di ricevere un rifiuto da case editrici sì piccole, ma rispettabili, o finire col proprio libro nel cassetto o ad autopubblicare schifezze.

Re: [Agenzia] Grafèin

27
@Fabioloneilboia 

Il punto è che non siamo di fronte a un'agenzia di rappresentanza (infatti, giustamente, viene da loro definita "mediazione", perché "rappresentanza" sarebbe un parolone). Sono due cose diverse. Per quanto riguarda le case editrici "piccole ma rispettabili", dipende molto da quali sono i propri obiettivi. Quelle piccole CE saranno oneste e rispettabili, ma dubito che siano CE che consentono il salto di qualità verso le CE di fascia media (sono pronto a ricredermi, se mi si cita qualche caso di autore pubblicato da quei piccoli editori che poi è arrivato a CE più prestigiose). In genere, è tutt'altro che facile trascorrere da un piccolo editore non distribuito da Messaggerie a un editore medio distribuito da Messaggerie (si tratta di settori piuttosto eterogenei del panorama editoriale). In qualche caso, è persino più difficile rispetto all'approdare direttamente a un editore di fascia superiore. 

Se poi il proprio obiettivo è pubblicare comunque con una piccola no-EAP, anche a rischio di permanere in quella fascia di editori e in quella tipologia di distribuzione, nulla da eccepire né sugli editori né sul servizio di mediazione editoriale offerto da Grafèin. 
Ultima modifica di Wanderer il ven gen 28, 2022 2:47 pm, modificato 4 volte in totale.
Le regole del cavaliere

Re: [Agenzia] Grafèin

28
Wanderer ha scritto: @Fabioloneilboia 

Il punto è che non siamo di fronte a un'agenzia di rappresentanza (infatti, giustamente, viene da loro definita "mediazione", perché "rappresentanza" sarebbe un parolone). Sono due cose diverse. Per quanto riguarda le case editrici "piccole ma rispettabili", dipende molto da quali sono i propri obiettivi. Quelle piccole CE saranno oneste e rispettabili, ma dubito che siano CE che consentono il salto di qualità verso le CE di fascia media (sono pronto a ricredermi, se mi si cita qualche caso di autore pubblicato da quei piccoli editori che poi è arrivato a CE più prestigiose). In genere, è tutt'altro che facile passare da un piccolo editore non distribuito da Messaggerie a un editore medio distribuito da Messaggerie. 

Se poi il proprio obiettivo è pubblicare comunque con una piccola no-EAP, anche a rischio di permanere in quella fascia di editori e in quella tipologia di distribuzione, nulla da eccepire. 
Guarda io proprio ignoro pure quali siano le case editrici medie, anzi mi piacerebbe capirlo. Per il resto posso pure essere d’accordo ma non avendo esperienza non posso essere d’aiuto.

Re: [Agenzia] Grafèin

30
Wanderer ha scritto: @Fabioloneilboia 

Prima di sottoporre l'opera ad agenzie e case editrici, bisognerebbe maturare più esperienza... e chiarire i propri obiettivi. 

Comunque, le CE di fascia media (medio-grande o medio-piccola) le trovi in gran parte qui
Grazie per il link. Ma vedo che sono tantissime e quasi tutte sconosciute per me. Davvero si possono considerare tutte medie?
In ogni caso ho ben chiaro che mi serve una mano, cerco un agente anche per questo. Per ora ho inviato il manoscritto solo alle grandi case ed agenzie conosciute, tra cui la Grafein appunto.

Re: [Agenzia] Grafèin

31
@Wanderer Una precisazione, per quanto riguarda la distribuzione da Messaggerie: non è assolutamente sufficiente a indicare l'affidabilità della CE di turno. La mia prima pubblicazione è avvenuta con una CE che vantava Messaggerie come canale di distribuzione. Risultato: tutti gli ordini rivolti a Feltrinelli, IBS, Libreria Universitaria, non venivano evasi con la dicitura "non disponibile", l'unica a consegnare era Amazon. La serietà della CE era tale che pubblicava oltre trecento titoli in un anno a zero editing e non ha mai inviato un report sul venduto, né pagato royalties. Contratto (tardivamente, ahimé) annullato su mia iniziativa.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Agenzia] Grafèin

33
Fabioloneilboia ha scritto: Grazie per il link. Ma vedo che sono tantissime e quasi tutte sconosciute per me. Davvero si possono considerare tutte medie?
In realtà ci sono le più conosciute. Però no, non si possono considerare tutte "medie": alcuni sono grossi editori, altri sono piccoli di qualità, altri sono editori specialistici, magari di saggistica o di libri illustrati. 

@Cheguevara 
Certamente la distribuzione con Messaggerie non è condizione sufficiente di qualità né di efficienza, però secondo me tende sempre più ad essere condizione necessaria. Ma sono curioso di sapere qual è l'editore a cui ti riferisci... 
Le regole del cavaliere

Re: [Agenzia] Grafèin

34
Grafèin ha scritto: @Fabioloneilboia Gentile autore, grazie per il Suo apprezzamento innanzitutto!
Esatto, non ci occupiamo di pubblicità oppure di organizzazione di eventi per gli autori. Glielo confermiamo.

I migliori auguri per la Sua attività e grazie ancora!

Cordiali saluti,
la Redazione 
Direi che abbiamo dato un'altra informazione utile a chi leggerà, oltre la già confermata disponibilità della Grafèin.
Per il resto direi di non divagare troppo nel topic di un'agenzia. Non sarò la persona più informata del mondo ma da quanto letto in giro ho ben chiaro che dimensione non è un sinonimo di qualità. Del resto in molti hanno avuto ben più successo col self publishing, piuttosto che con case editrici. Per la verità ho letto molto più spesso autori raccontare spiacevoli situazioni con gli editori, che belle esperienze.
Nel mondo attuale dell'editoria credo che la figura dell'agente possa essere molto di aiuto. E su Writer's Dream gli unici scrittori che ho visto pubblicati dalle big ci sono arrivati tramite agente o dopo il successo con l'auto pubblicazione. Onestamente non ne ricordo neanche uno in maniera diversa.

Re: [Agenzia] Grafèin

35
@Wanderer Ai tempi del WD ho avuto con loro uno scontro feroce, e non sono stato l'unico. Dopo aver minacciato azioni legali campate in aria, hanno chiesto ed ottenuto la cancellazione della discussione. Per evitare grane, sia pure fondate sul nulla, a CdM, ti invio il nome con messaggio privato.
Mario Izzi
2025 - Sopravvissuti
(in)giustizia & dintorni
[/De gustibus non est sputazzellam (Antonio de Curtis, in arte Totò)]

Re: [Agenzia] Grafèin

36
Buonasera a tutti. Dopo uno studio sul sito ho scelto di inviare il mio inedito a questa agenzia letteraria. L'avevo fatto leggere a dei conoscenti che si erano offerti come beta reader, ma cominciavo ad avere delle difficoltà nel trovare disponibilità in qualcuno che fosse 'del mestiere', facendo io tutt'altro nella vita. Dopo poco tempo ho avuto una bella risposta dalla dott.ssa Laura Montuoro che mi ha molto incoraggiato. Ancora non so bene come proseguire il dialogo con lei, ma sono contenta di avere constatato la sua attenta lettura del romanzo. Certamente mi piacerebbe pubblicarlo. Sto riflettendo su come proseguire. Per adesso la mia esperienza è assolutamente positiva.
Rispondi

Torna a “Agenzie”

cron