Diario: libro o non libro

1
Nel senso: scrivere un diario... si può equiparare a lo scrivere un libro? Sotto quale categoria rientra?
Nel mio caso si tratta di una "raccolta" (tra virgolette perché non gli ho dato un ordine casuale, ma ho cercato comunque di seguire una certa logica diciamo) una "raccolta di pensieri e riflessioni... su diversi argomenti (amore, filosofia - mi hanno detto che ho fatto della filosofia... :D - un po' su l'attualità... ecc.) che sì, ho cercato di scriverli cercando di seguire più o meno un linguaggio poetico, ma... delle rime mi sono riuscite diciamo :D :P ma altri sono solamente soltanto delle mie riflessioni... non proprio poesie. Quindi... sotto quale categoria dovrei metterlo il mio... libro? :D :(          

Re: Diario: libro o non libro

3
Antares ha scritto: Ciao, non so se il tuo libro si possa definire diario, a meno che non aggiungi qualche annotazione cronologica di avvenimenti quotidiani. 
Non ho capito bene: sarebbe una raccolta di pensieri in rima? Racconti anche di qualche evento da cui è scaturita la riflessione? 
No, non ci sono annotazioni cronologiche.
Comunque per un lavoro del genere mi pare sia ancora più difficile fare una sinossi :( non essendo una vera e propria storia.
"diario" in quanto sono pensieri abbastanza personali diciamo, ma non è un racconto della mia vita quotidiana :D :D  (che penso a nessuno interessi :D ) e mi è piaciuto mettere questi miei pensieri in versi e in rima... per quanto mi si possa definire "poeta" o "scrittore"... insomma... ma d'altronde è  anche il primo libro che faccio :D 

Re: Diario: libro o non libro

6
Fabioloneilboia ha scritto: Se credi che possa interessare ad altri leggerlo non c'è nulla di male a pensare ad una pubblicazione.
Non c'è bisogno di classificare ogni cosa nella vita, quello che è, è.
Come al solito, poi, bisogna fare autocritica per pensare a che vendibilità abbia ciò che si è scritto per cercare case editrici adatte al testo e, soprattutto, al pubblico potenzialmente acquirente.
Sì, ma io sto usando il self-publishing con youcanprint e mi ponevo quella domanda perché me l'hanno chiesto in quale categoria rientrasse il mio libro e appunto mi hanno chiesto anche una sinossi, che come ho già detto, se avessi scritto un racconto, forse mi veniva più facile farla... :( boh.

Re: Diario: libro o non libro

7
Purple ha scritto: Sì, ma io sto usando il self-publishing con youcanprint e mi ponevo quella domanda perché me l'hanno chiesto in quale categoria rientrasse il mio libro e appunto mi hanno chiesto anche una sinossi, che come ho già detto, se avessi scritto un racconto, forse mi veniva più facile farla... :( boh.
Di solito si dice che quando neanche un autore ha chiaro cosa abbia scritto non è proprio un buon segno. Del resto qualcosa dovrai pur scrivere sulla quarta di copertina; al massimo, pure se non corretto, puoi mandare quella come "sinossi".

Re: Diario: libro o non libro

8
Fabioloneilboia ha scritto: Di solito si dice che quando neanche un autore ha chiaro cosa abbia scritto non è proprio un buon segno. Del resto qualcosa dovrai pur scrivere sulla quarta di copertina; al massimo, pure se non corretto, puoi mandare quella come "sinossi".
No, cioè, credo di sapere quello che ho scritto, ma il fatto è che tratto più di un argomento...

Eh, ma una sinossi sulla IV di copertina non sarebbe troppo lunga?

Re: Diario: libro o non libro

10
Purple ha scritto:
No, cioè, credo di sapere quello che ho scritto, ma il fatto è che tratto più di un argomento...
Se non altro, almeno perché me lo sono riletto tante di quelle volte... :D :)      


Fabioloneilboia ha scritto:
No dicevo, visto che hai problemi a scrivere una sinossi, mandagli la quarta di copertina. Quella devi scriverla per forza.
In realtà una sinossi l'ho scritta, non so quanto vada bene... cioè ho soprattutto paura che sia troppo breve; bastano 12 righe Word di sinossi per un libro di 160 pagine?

Re: Diario: libro o non libro

12
Purple ha scritto: Quindi... sotto quale categoria dovrei metterlo il mio... libro? :D :(   
Non sono sicura, perché non conosco molto il genere, ma credo che la categoria sia "scritti autobiografici" o simili. Più in generale, saggistica o varia.
Quanto alla sinossi, puoi scrivere in poche righe di cosa si tratta, come è nata l'idea della raccolta, lo scopo per cui la pubblichi, e quali sono gli argomenti principali (non serve metterli tutti, è solo per dare un'idea, come hai fatto qui)
Non sono un visionario. Mi professo un idealista pratico. (Gandhi)
Qualunque sia il tuo nome (HarperCollins)
La salvatrice di libri orfani (Alcheringa)
Il lato sbagliato del cielo (Arkadia)
Il tredicesimo segno (Words)

Re: Diario: libro o non libro

13
Silverwillow ha scritto:
Non sono sicura, perché non conosco molto il genere, ma credo che la categoria sia "scritti autobiografici" o simili. Più in generale, saggistica o varia.
Quanto alla sinossi, puoi scrivere in poche righe di cosa si tratta, come è nata l'idea della raccolta, lo scopo per cui la pubblichi, e quali sono gli argomenti principali (non serve metterli tutti, è solo per dare un'idea, come hai fatto qui)
Grazie Silverwillow ;)         

Comunque la questione principale del topic era questa:
capita a molti forse, di scrivere il proprio diario; ma... scrivere solo un diario vuol dire essere scrittori? Certo che dipende anche da ciò che uno ci scrive sopra... ma temo che sia il mio primo e anche il mio ultimo libro insomma :( ...
Rispondi

Torna a “Parliamo di scrittura”